Il sito ufficiale di TELT è cambiato: da agosto 2022 telt-sas.com passa a telt.eu. Se riscontri problemi o hai bisogno di supporto scrivici. Ci scusiamo per possibili disguidi.

Progetto Definitivo
Progetto Definitivo

Approvazione del Progetto Definitivo in Italia

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Deliberazione CIPE di approvazione del Progetto Definitivo della Sezione Transfrontaliera – parte in territorio italiano

Raggiunta poco dopo la conferma del contributo europeo al 41,08% un’altra tappa fondamentale per il progetto. È del 06 agosto 2015 infatti la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Deliberazione CIPE di approvazione del Progetto Definitivo della Sezione Transfrontaliera – parte in territorio italiano. La Deliberazione, assunta dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica nel corso della seduta del 20 febbraio e ora esecutiva, chiude con 235 prescrizioni da parte di 6 diversi soggetti una fase progettuale concertata senza precedenti in Italia: un processo democratico durato anni che ha accompagnato, con il contributo di tutti quelli che hanno accettato il dialogo pur da posizioni differenti, l’abbandono dell’originario progetto contestato ed il suo rifacimento integrale sotto la governance dell’Osservatorio Tecnico e l’impegno, continuo, di LTF prima e TELT poi.
Il limite di spesa dell’intervento, individuato nell’atto in 2.633.591.000 Euro al netto di IVA, include 2.145.956.809 per lavori comprese le opere e misure compensative dell’impatto territoriale e sociale strettamente correlate alla funzionalità dell’opera “entro le soglie stabilite dall’art 165 comma 3 del Codice degli Appalti”. Sono inoltre assegnati 230.000.000 Euro per costi della sicurezza ai sensi della Legge 183/2011 (aree di interesse strategico nazionale), tema che richiederà un apposito studio per procedere ad una eventuale variante progettuale della cantierizzazione. Peraltro la Decisione Ministeriale del 2 giugno 2015 sul Progetto di Riferimento aveva evidenziato la necessità di valutare questi oneri anche sul lato francese del progetto.
Sono due le varianti progettuali: “Centro di guida sicura”, in accoglimento delle istanze del territorio, a Buttigliera Alta anziché ad Avigliana e diverse soluzioni per lo Svincolo di Chiomonte sull’Autostrada A32, in configurazione definitiva, per l’ipotesi di apertura al traffico ordinario. Infine risulta di rilievo l’estensione all’intero intervento dell’applicazione del Protocollo