Il sito ufficiale di TELT è cambiato: da agosto 2022 telt-sas.com passa a telt.eu. Se riscontri problemi o hai bisogno di supporto scrivici. Ci scusiamo per possibili disguidi.

FSM_4997
FSM_4997

TELT ospite della quinta edizione dei Visionary Days

Sulla mobilità bisogna trovare “la giusta equazione tra sostenibilità ed equità”. La riflessione proposta a oltre 2.500 giovani connessi da tutta Italia per la quinta edizione di Visionary Days, un brainstorming collettivo ideato per affrontare i cambiamenti in corso e dare forma al futuro. L’appuntamento 2021 si è svolto sabato 27 novembre in diretta streaming dalla Nuvola Lavazza di Torino ed è stato dedicato al tema “Quanto veloce sarà il domani?”. Per lanciare la discussione su questo interrogativo si sono alternati sul palco scrittori, filosofi, economisti, ingegneri e attivisti nel corso di cinque sessioni ognuna caratterizzata da una parola chiave: Rivoluzione, Accelerazione, Resistenza, Lentezza, Equilibrio.

L’idea della mobilità del Futuro – almeno in Italia – cambia in base al contesto geografico di riferimento, o meglio, al contesto “umano”, perché le città dovrebbero essere pensate per gli uomini, prima che per le macchine. Migliorare la mobilità significa agire per l’equità: l’obiettivo è avvicinare i cittadini, quindi pensare alle periferie e connettere tutti quanti, per davvero.

Questo un estratto del Manifesto di Visionary Days, scritto in un unico giorno durante l’evento raccogliendo gli input dai tavoli di discussione dei ragazzi connessi da tutta Italia, nel capitolo dedicato alla sessione chiamata “Accelerazione terrena: È ancora possibile invertire la rotta?” che ha visto la discussione aperta da Manuela Rocca, ingegnere di 39 anni Direttrice Sviluppo Sostenibile e Sicurezza di TELT.

Quanto veloce sarà il Domani?

Partendo dalla sua esperienza personale e dalla storia della nuova linea ferroviaria in costruzi