Il sito ufficiale di TELT è cambiato: da agosto 2022 telt-sas.com passa a telt.eu. Se riscontri problemi o hai bisogno di supporto scrivici. Ci scusiamo per possibili disguidi.

virano_UI
virano_UI

TELT al convegno sull’eccellenza ferroviaria europea

Oltre 150 operatori del settore hanno partecipato all’evento organizzato il 27 novembre dall’Unione Industriale di Torino; grandi player specializzati si sono confrontati a Torino, tra lo stato dell’arte e la visione sul futuro

Quale futuro per il comparto ferroviario in Piemonte? Su questo interrogativo si sono confrontati a Torino grandi player specializzati nella produzione di treni e di materiale ferroviario e operatori del settore in senso più ampio. L’evento organizzato dall’Unione Industriale di Torino ha costituito “un’occasione per realizzare un focus a tutto campo” – come ha detto Dario Gallina, Presidente degli industriali torinesi – soprattutto nei suoi aspetti industriali, di ricerca, innovazione tecnologica, utilizzo dei fondi europei, investimenti e di qualificazione della filiera per favorire il rafforzamento e lo sviluppo a livello internazionale del ferroviario “made in Piemonte”.

Il convegno ha proposto una riflessione sulla consistente presenza sul territorio piemontese di aziende leader di mercato del settore ferroviario (Alstom, SKF Railway, Faiveley Wabtec, Hitachi, Blu Engineering con CRRC e Nabtesco) e di una significativa filiera dell’indotto, un mondo produttivo che occupa poco meno di 7mila addetti e realizza un fatturato annuo di circa 2,5 miliardi di euro, pari a due punti percentuali del PIL regionale piemontese.

Per sostenere lo sviluppo di tale comparto, si è detto, occorre puntare sulla ricerca e sul reperimento di fonti finanziarie europee, in un’ottica moderna di trasporto persone e soprattutto merci, e con una prospettiva di lungo periodo che valorizzi gli asp