Il sito ufficiale di TELT è cambiato: da agosto 2022 telt-sas.com passa a telt.eu. Se riscontri problemi o hai bisogno di supporto scrivici. Ci scusiamo per possibili disguidi.

Valsusa © Patrizia Mussa
Valsusa © Patrizia Mussa

Dialogo con il territorio sugli sviluppi dei cantieri della Torino-Lione

Il 26 gennaio la Regione Piemonte ha invitato TELT e i rappresentanti di cinque Comuni ad un primo incontro per illustrare i progetti esecutivi che saranno avviati nei prossimi mesi. In particolare: Chiomonte e Giaglione sono interessate dallo scavo del tunnel di base, l’opera principale della Torino-Lione; Salbertrand è il sito dove i materiali saranno reimpiegati nel calcestruzzo per costruire i conci che rivestiranno la galleria mentre Susa, dove si trova l’area della pista di guida sicura tra le rampe dell’autostrada, in una prima fase ospiterà temporaneamente il materiale inerte. A Torrazza invece la roccia non reimpiegata nei conci arriverà da Salbertrand via treno e sarà reimpiegata per rimodellare un’ex cava.

I due dossier

Al centro dell’appuntamento due dossier: il Progetto Esecutivo di prima fase (PE1) che descrive le opere di cantierizzazione preliminare dei siti italiani della nuova linea, e il Piano di Utilizzo delle Terre e rocce da scavo (PUT), che presenta il funzionamento della valorizzazione dei materiali scavati del tunnel di base lato Italia.

Nel corso dell’incontro i Comuni sono stati informati preliminarmente dei contenuti di questi documenti che nei prossimi giorni il promotore pubblico invierà formalmente ai Ministeri della Cultura, della Transizione Ecologica,