Il sito ufficiale di TELT è cambiato: da agosto 2022 telt-sas.com passa a telt.eu. Se riscontri problemi o hai bisogno di supporto scrivici. Ci scusiamo per possibili disguidi.

Antimafia meeting
Antimafia meeting

Antimafia

La nuova linea ferroviaria Torino-Lione sarà il primo caso in Europa di applicazione della normativa antimafia a livello transnazionale indipendentemente dalla nazionalità dei cantieri. È quanto definito nel regolamento dei contratti approvato dalla Conferenza intergovernativa, presieduta da Louis Besson con la copresidenza di Paolo Foietta, che si è riunita lo scorso 7 giugno nella sede torinese di TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin).
Erano presenti oltre ai delegati della Prefettura di Torino, Enrico Ricci e Maurizio Gatto, i rappresentanti dei ministeri (Trasporti, Finanze, Ambiente, Interni, Esteri), il presidente, il direttore generale e il direttore giuridico di TELT, Hubert du Mesnil, Mario Virano e Marie-Pierre Cordier, e gli esperti nominati dai due governi nell’apposito gruppo di lavoro: per l’Italia il prefetto Bruno Frattasi, capo ufficio legislativo del ministero dell’Interno, Stefano Soliman, capo dell’ufficio legislativo del ministero degli Esteri, Pasquale D’Avino, ministro plenipotenziario; per la Francia Etienne Quencez, consigliere di Stato francese e presidente della Cour Admnistrative d’Appel di Douai, Pascale Leglise del ministero dell’Interno, Bertrand Buchwalter del ministero degli Affari esteri, Jean-Luc Blachon per il ministero della Giustizia e Vincent Chip per quello delle Finanze.

Regolamento

Con questo Regolamento si attua quanto concordato dai governi di Italia e Francia nel Protocollo Addizionale per l’avvio dei cantieri del tunnel di base del Moncenisio. Nell’accordo, sottoscritto nel summit di Venezia dello scorso 8 marzo, si erano indicati i principi generali, affidando alla Cig il compito di scriverne l’articolato entro 90 gi