Il sito ufficiale di TELT è cambiato: da agosto 2022 telt-sas.com passa a telt.eu. Se riscontri problemi o hai bisogno di supporto scrivici. Ci scusiamo per possibili disguidi.

Valls à SMLP
Valls à SMLP

Manuel Valls inaugura Federica

La fresa Federica inizia il suo cammino verso l’Italia: a dare il via allo scavo della galleria geognostica di 9 km, nell’asse e del diametro del futuro tunnel di base della Torino-Lione, è stato il Primo Ministro francese, Manuel Valls. Erano presenti il Coordinatore europeo del Corridoio mediterraneo Jan Laurens Brinkhorst, il Presidente e il Direttore generale di TELT Tunnel Euralpin Lyon Turin, Hubert Du Mesnil e Mario Virano; il Presidente della Commissione intergovernativa (CIG) italo – francese, Louis Besson e il Copresidente Paolo Foietta, autorità dei due Paesi e amministratori della Maurienne e della Valsusa.
L’avvio di Federica segna una tappa fondamentale nella storia dell’opera: per la prima volta due frese scavano in contemporanea l’una verso l’altra, in Francia e in Italia, dove Gea procede nel cunicolo esplorativo di Chiomonte (5500 metri su 7500).

Sulle note dell’Inno alla Gioia, eseguito dalla violinista Marie-Édith Renaud dell’Orchestra Pays de Savoie nella camera di montaggio, una “cattedrale” alta come un palazzo di otto piani e lunga come un campo da calcio scavata nel massiccio dell’Houiller, Manuel Valls ha acceso i riflettori sulla fresa, 2400 tonnellate e una potenza pari a otto motori di Formula 1, che realizza il tunnel esplorativo. Un’opera conoscitiva, innanzi tutto, con la finalità di testare la geologia della montagna in un’area particolarmente delicata delle Alpi, con la roccia che tende a richiudersi. La galleria, un cantiere in cui hanno già trovato occupazione 443 l